sabato 15 luglio 2017

UNA CARTOLINA LACONICA DAL CUORE

Solitamente non scrivo nel mio blog durante il finesettimana, tuttavia oggi mi sento talmente sconvolto nel profondo dell' anima che non posso fare a meno di ricorrere alla speranza che scrivere queste righe mi aiuti a diluire il veleno che sta ammorbando il sangue che scorre dentro di me.
L' amore paterno mi porta in dono tanto calore ogni qual volta il destino mi regala la possibilità di abbracciare la mia adorata secondogenita Martina e, per lo stesso principio, ogni qual volta si presenta il momento di riportarla a casa sua, dalla mia ex moglie, nel mio cuore viene a mancare quell' essenza vitale fondamentale senza la quale il sottoscritto sente perdere inevitabilmente ogni forma di vigore, di gioia, di piacere di vivere. I colori scompaiono dagli oggetti attorno ed ogni cosa si trasforma in anonima forma dai contorni indefiniti, un tono di grigio si espande dappertutto ed il mondo smette di ruotare nel suo girotondo.
Nessun melodramma e nessuna esagerazione, ogni padre separato conosce benissimo questa sensazione. D' altro canto esistono persone che pensano di conoscerti bene, chissà poi perchè, che si sentono in dovere di esprimere opinioni assurde e quanto meno azzardate senza nemmeno avere provato sulla propria pelle ciò che si sentono in dovere di giudicare.
Non mi dilungo oltre, perchè credo che un laconico "vaffanculo" possa esprimere il mio augurio nei loro confronti meglio di qualunque altra parola.

Nessun commento:

Posta un commento