martedì 20 giugno 2017

DI RITORNO DALLA ROMANIA!

Carissimi amici ed amiche,
eccomi infine tornato dalla ospitalissima Romania, terra piena di contraddizioni, bellezze e spunti di riflessione.
Come già detto in precedenza, mi sono recato nell' amena Dacia dell' Impero Romano in occasione dell' invito al matrimonio di una coppia di giovani amici originari di quella zona dell' est europeo.
Tutte cazzate, in realtà mi sono recato lì per dare la caccia all' infame Conte Ejacula, mitologico vampiro che terrorizza da secoli quella povera terra martoriata da paura e miseria e la cui unica mostruosa natura impone di trombarsi donne di tutte le età allo scoccare della mezzanotte, per poi morderle sul collo e tramutare le povere vittime, a loro volta, in vampiri.
Dopo essermi attrezzato di tutto l' equipaggiamento più idoneo per affrontare questa abominevole minaccia (paletti di frassino, croci benedette, acqua santa minerale e gassata, corone di aglio e bruschette, riviste per adulti, etc.) ho raggiunto la Romania aggrappato al carrello di atterraggio sinistro di un volo very low-cost e, dopo meno di un paio di ore di viaggio, mi sono ritrovato sul suolo rumeno.
Peccato che, dopo un paio di giorni di intense indagini, dell' orrido mostro non sia stata rinvenuta la benchè minima traccia e, di conseguenza, il sottoscritto sia dedicato al fancazzismo più sfrenato, intervallato da mangiate faraoniche e da apocalittici ruttoni che hanno sconvolto la popolazione locale.


Nessun commento:

Posta un commento