lunedì 15 maggio 2017

SPIACEVOLI RITARDI FERROVIARI

Proprio ieri ho partecipato alla cerimonia della prima comunione della mia secondogenita Martina, con il piacere di vedere negli occhi della mia bambina quelle stesse emozioni che io stesso avevo rivissuto ai miei tempi, nella stessa occasione in cui avevo la sua medesima età.
Una mangiata pantagruelica al ristorante metteva la classica ciliegina sulla torta alla giornata, mentre a metà pomeriggio mi facevo dare un passaggio alla stazione ferroviaria dalle mie sorelle, per l' inevitabile ritorno a casa nella apatica terra lombarda.
Peccato per i 54 minuti di ritardo di quel treno del cazzo  del convoglio ferroviario, che mi hanno costretto a rinfrescare la mia collezione di bestemmie antiche per la conseguente perdita della coincidenza del treno per Lecco.






Nessun commento:

Posta un commento