lunedì 20 febbraio 2017

OCCIDENTALIS MINCHIA

No, non ci posso credere. Ma è vero.
In base ad una ricerca commissionata ad un validissimo pool di esperti del settore e ricercatori polivalenti della facoltà'  del Vino preso a Credito a Scrocco presso i Circoli ARCI dell' Università di Mazzate sul Minchio (Monza-Brianza), sembrerebbe che ci sia una specie di filosofia particolare dietro il comportamento di una donna (appartenente a questo pianeta) in base alla propria provenienza geografica.
Sintetizzando al massimo, restringendo il cerchio alle donne occidentali, a quelle russe ed a quelle asiatiche, pare che le occidentali siano per la maggior parte delle energiche amazzoni sempre pronte a comandare e predisposte a rivaleggiare costantemente col partner maschile per il predominio nelle decisioni in famiglia. Figuriamoci in camera da letto...
In quanto alle Russe, sembrerebbe che queste adorino atteggiarsi a creature angeliche e dedite al compagno fino all' estremo, ma prima del matrimonio. Una volta raggiunto questo importante traguardo, si tolgono la maschera e prendono il comando in famiglia con un colpo di stato da fare invidia a Pinochet. E sono cazzi amari dolori.
In quanto alle Giapponesi, pare che le donne con gli occhi a mandorla siano dedite al proprio marito (o compagno) tutta la propria vita, come a svolgere con spirito di sacrificio quella che vedono come la propria missione reale di vita. Boh.




Nessun commento:

Posta un commento