martedì 24 gennaio 2017

UN' IMPRESA DELLA MADONNA

Come ben sapete, cari amici ed amiche miei, il sottoscritto rappresenta una curiosissima creatura che manifesta la propria esistenza attraverso una serie di talenti abbaglianti ma - ahimè - sostanzialmente inutili, come la scrittura, la pittura, le decorazioni, i piccoli lavori di dettaglio, etc.
Una maniera elegante e raffinata per sintetizzare e chiosare che non sono sostanzialmente buono a fare una beata minchia, inteso come quel processo che ti porta ad incamerare un reddito che non sia saltuario.
Ad ogni modo voglio mostrarmi l' opera paziente e misericordiosa di restauro che mi fu commissionata dalla mia compagna Titty una decina di giorni fa, chiedendomi di restaurare quell' antico ricordo personale raffigurante una Madonna con Bambino: tale oggetto andava riparato e verniciato secondo il mio gusto personale.
Ora, pur sapendo che non si trattava del mio genere preferito di opere da riverniciare, mi sono cimentato con estrema attenzione e professionalità nell' impresa, sia per amore (in base al celebre postulato pitagorico in base al quale "si lavora e si fatica per la gloria e la...omissis" ) che per pura curiosità.
Ed ecco che il sottoscritto si è dedicato anima e corpo alla ricostruzione chirurgica del nasino del Gesù Bambino assonnato - facendo sapiente uso di stucco normale e pazienza in dosi industriali - e di parte della sua mammina.
Poi, con santa pazienza (in questo caso è proprio opportuno dirlo), ho iniziato a dipingere il manufatto usando i colori acrilici che solitamente utilizzo per ridipingere i giocattoli vecchi da restaurare.
Insomma, considerando che non sono un artista (ho studiato da geometra, non ho mica frequentato il liceo artistico), il risultato finale non è male... Sono molto soddisfatto!







Nessun commento:

Posta un commento