giovedì 12 gennaio 2017

LA FORTUNA E' GIA' QUA

E' sicuramente una sensazione decisamente strana, ma la percezione che ne ricavo mi induce ad una riflessione che mi ha particolarmente affascinato.
Nonostante la mia affannosa ed infruttuosa ricerca di lavoro - anche attraverso il sacrificio  doloroso che mi ha visto allontanarmi fisicamente dalle mie figlie per cercare il miraggio di un posto di lavoro in una regione lontana dai luoghi dove sono cresciuto ed ho vissuto per quasi tutta la mia vita precedente - mi assorba completamente nelle attività di ogni giorno, mi sono reso conto che, sotto diverse forme, parte della mia felicità è già attorno a me.
Una splendida compagna come la mia Titty che mi sa caricare di energia come nessun altro costituisce una ricchezza incommensurabile, di fronte a tutto il resto del mondo.
La sento sempre vicina, anche nei miei momenti di scoramento riesce a restituirmi quel sorriso che mi era sfuggito via in conseguenza delle occasioni lavorative mancanti o sfumate.
Mi sono ricordato di quando un anno fa, giusto di questi tempi, ancora passeggiavo per il porto di Marina di Carrara asciugandomi lacrime amare di tristezza, malinconia e rabbia nei confronti di una vita sempre in salita, con la separazione coniugale, la morte della mia nipotina e tante altre disgrazie che mi avevano minato ogni certezza nell' anima.
Poi è arrivata lei, tanto dolce quanto determinata, ed ha saputo ricostruire pazientemente quest' uomo così complicato nei suoi pensieri ed in tutte le sue forme.
Per farla breve, è buffo accorgersi che magari si è già fortunati, che il bicchiere è mezzo pieno e quel che sarà, sarà....


Nessun commento:

Posta un commento