mercoledì 20 gennaio 2016

SE NON SI FERMANO ALLO "STOP"...

Poche cose mi mandano in bestia come quando ti tagliano la strada in macchina senza fermarsi allo "stop".
Così oggi, quando una giovanissima stronza non ha rispettato il cartello e mi ha sfiorato pericolosamente per pochi millimetri, il sottoscritto ha dimostrato tutto il suo apprezzamento per quell' azione sconsiderata e scelleratissima pronunciando parole ricche di comprensione e sfoggiando un invidiabile compostezza.
Infatti le ho urlato, con tutta la grazia, la classe e lo stile che mi è proprio:
 "Che ti venisse sonno, brutta succhiacazzi!!!!!" ed ho cominciato a sentire mia figlia
più piccola Martina (8 anni) seduta sul seggiolino del sedile posteriore, scoppiare a ridere a crepapelle, come una matta.
E poi, tra le risate con i lacrimoni agli occhi, lei mi dice: -"Papà! Ma cosa lei hai detto? Lo sai che i "cazzi" sono i piselli?"-
Ecco, qui nasce lo sgomento. Mi sa che i bimbi di questi tempi sono molto più avanti con le conoscenze e con il programma "scolastico".

Nessun commento:

Posta un commento