domenica 27 settembre 2015

BUONA DOMENICA

"La domenica, andando alla messa..." cantava qualche annetto fa la meravigliosa Gigliola Cinquetti. E oggi era giusto il giorno della settimana in cui devo onorare il "fioretto" per le preghiere dedicate alla mia nipotina.
Prima di andare verso la chiesa, mi sono diretto verso il porto accompagnato dalla mia fedelissima borsa a tracolla, all' interno della quale si trovano immancabilmente la cartellina con il mio curriculum (da piazzare e/o mostrare a potenziali datori di lavoro ad ogni possibile occasione), il piccolo block notes per scrivere i miei appunti e riflessioni - prima che la mia memoria bucata mi faccia sfuggire quelle istantanee riflessioni - ed infine la vecchia, fedelissima fotocamera digitale economica con la quale immortalare immagini del mondo reale... che mi voglio godere successivamente, ricordando la gioia e rivivendo le sensazioni della visione dal vivo del soggetto appena ritratto.
Certo però che camminare con la mia borsa a tracolla e vestito in maniera un po' meno stracciona del solito, rischia seriamente di produrre degli equivoci: non vorrei essere scambiato erroneamente per uno dei tantissimi "Testimoni di Geova" (bravissima gente e massimo rispetto per loro come persone e per la loro inossidabile fede) che pattugliano l' area del porto tutti i giorni, sfoggiando un' impeccabile eleganza e... borse a tracolla piene di opuscoli relativi al loro percorso spirituale.
Insomma, un po' imbarazzato per i possibili equivoci di cui sopra, faccio una rapida incursione nella passeggiata portuale e guardando l' orologio, capisco che è meglio ritirarmi prima del previsto e dirigermi verso la parrocchia, onde evitare di arrivare in ritardo...



Nessun commento:

Posta un commento