sabato 4 maggio 2013

ECONOMISTI? SI' , MA ANALFABETI E FRAUDOLENTI

Non sono un professore universitario di economia e di questo me ne vanto. Perchè questi farabutti hanno ridotto la mia nazione in un ammasso di macerie fumanti. Burocrati odiosi e gelidi, incapaci di provare una pur minima empatia nei confronti del comune cittadino. Nessuno può immaginarsi da questi professori da operetta, ministri tecnici (ma di cosa, poi? Dell' aria fritta?) e così via sono da fare processare da magistrati liberi ed indipendenti, slegati da massoneria e dalla corruzione.
Non sono un economista, non sono un "bocconiano" (e scusate questo termine) e me ne vanto ancora una volta, visto che sono una persona onesta. Un disoccupato, un miserabile, un fallito dal punto di vista delle proprie aspirazioni e sogni. Ma sono onesto. 
Sono sicuro che un contadino di una volta, con in tasca la terza elementare oppure totalmente analfabeta, avrebbe trasformato in positivo questa benedetta nazione - stuprata da politici corrotti ed incapaci, da ruffiani e malversatori di ogni risma - in un gioiello da meraviglia e stupore, con lo stesso amore con il quale nutre e cura le proprie piante.
Un contadino ama la propria fatica e sa perfettamente che tutti i suoi sacrifici non sempre saranno adeguatamente ricompensati dalla natura. Ma non per questo verranno meno il suo impegno e la sua dedizione, anzi. Un lavoro maledettamente duro ("la terra è bassa e bisogna chinarsi per lavorarla" ama ripetere spesso mia suocera) ma proprio per questo ancora più gratificante: perchè la natura non ti regala niente, e quello che arriva dall' azione delle tue mani.
Questo è lavoro, questa è dignità.
E basta cazzate sul debito pubblico italiano. Perchè quando si tratta di mettere in gioco i capitali dei maiali (non squali, per me sono solo maiali) della finanza i politici sono sempre proni e servi di fronte alle richieste dei primi mentre, viceversa, quando sono violati colpevolmente e fraudolentemente i diritti dei veri lavoratori? I veri lavoratori, quelli che usano le mani per lavorare. Per produrre beni e servizi, non menzogne e truffe finanziarie.




Nessun commento:

Posta un commento