martedì 9 aprile 2013

CAPEZZANO MONTE, PARADISO SENZA TEMPO E SENZA ETA'

Sulle verdi colline versiliesi, ad una manciata di chilometri dalla costa bagnata dalla parte più settentrionale del Mar Tirreno, sorge un piccolo paese dove il tempo scorre più lentamente che altrove. Il nome di questo borgo è Capezzano Monte, che insieme alla vicina frazione di Capriglia (da sempre fiera rivale, in senso strettamente campanilistico) condivide la strepitosa magìa di un panorama suggestivo che abbraccia tutto l' orizzonte visibile dai contorni sfumati della Gorgona (talvolta, nelle belle giornate di tempo sereno, si scorge anche la sagoma dell' Isola d' Elba) fino a tutto il Golfo dei Poeti della costa ligure, e pure oltre.
Questo piccolo angolo di paradiso mi è particolarmente caro, avendo trascorso i primissimi anni della mia vita proprio in questa ridente località di campagna e ricordo ancora con affetto tutte le persone che ho avuto la fortuna di conoscere nel corso del tempo. Esistevano poche botteghe, ma qui ci trovavi tutto quello che ti serviva. Gli anziani del paese non ti negavano mai un sorriso o una carezza sulla testa, mentre le donne si riunivano sempre per fare il punto sugli ultimi pettegolezzi eventi avvenuti nelle vicinanze. Per il mio cuore di bambino nato negli anni '70 tutto ciò che vedevo a Capezzano Monte riassumeva il senso di quello che sarebbe stata la vita per me, uno schema che crescendo avrei riproposto a me stesso in tutte le mie azioni nel corso della mia esistenza: la semplicità dell' amicizia e della lealtà, il gusto del sacrificio e del lavoro, la serenità della famiglia e la voglia di stringersi sempre ai propri affetti non appena possibile.
 La semplicità che si respirava un po' ovunque in quegli anni, in questo paese era ancora più evidente e piacevole. Fortunatamente questa magìa resiste ancora nel tempo e continua a rigenerarmi ogni qual volta io ritorni a visitare i parenti che ancora vivono lì...
 



Nessun commento:

Posta un commento