sabato 8 dicembre 2012

SE UN DIO ESISTE, POSSA MALEDIRE CHI UCCIDE GLI ANIMALI

Solitamente la mia pigrizia mi esorta a non scrivere in questo blog durante i giorni festivi, nemmeno che questo fosse un lavoro piuttosto che un semplice passatempo che trova il tempo che trova... E invece oggi, a smentire quella regola inesatta e bugiarda, sono qui a martellare la tastiera con aria incazzata più che mai. E già, perchè sono veramente furioso... Dopo una giornata sostanzialmente positiva, fatta di piccole grandi cose, ho appreso con immensa tristezza che qualche maledetto vigliacco ha ucciso la cagnolina di un mio vicino di casa, un condomino che risiede nell' altra scala del mio stesso complesso immobiliare. Una femmina di razza di quelle che acquistano i cacciatori, un cane da caccia a tutti gli effetti; una splendida cucciolona che adorava giocare e salutare pacificamente tutte le persone che incontrava lungo il proprio cammino. Mai un atteggiamento aggressivo e solo tanta, tanta dolcezza che manifestava abbracciando letteralmente chiunque la salutasse.  Soprattutto quando era sporca di fango (magari dopo essersi imbattuta incolpevolmente un violento ed improvviso acquazzone), non si faceva troppi problemi a lanciarsi incontro ai suoi "amici" bipedi.
Le mie figlie la adoravano, e appena capitava l' occasione buona, non si facevano sfuggire l' opportunità di giocare con Diana (questo era il nome della cagnetta ignobilmente uccisa). Io stesso ero sempre rapito dalla stupenda simpatia di quell' animale straordinario, sempre pronto a invitarti a giocare con una pallina da lanciare e riportare al mittente.
Adesso sono arrabbiato, amareggiato e triste. Mi è capitato diverse volte - da bambino - di subire lo stesso dolore, con la perdita di alcuni gattini avvelenati da qualche bastardo, qualche anima troppo dannata perfino per essere accettata dentro l' inferno. E ora ti lascio la mia ultima carezza, Diana, sperando che mio padre - che già si trova da qualche mese nei campi celesti - possa continuare a farti giocare come facevamo un po' tutti noi, che ti volevamo un bene dell' anima.

Nessun commento:

Posta un commento