giovedì 13 dicembre 2012

FREDDO, AMBULANTI CINESI E MALTEMPO

Qua a Marina oggi fa discretamente freddino (eufemismo), senza dubbio. Ero andato a cercare - tra le cianfrusaglie del mercatino settimanale locale - qualche lampadina da tavolo per impiegarla nelle foto dei miei personaggi custom ma, ahimè, anche tra i mercanti stranieri si è diffusa la malaugurata ed italica abitudine di alzare i prezzi in maniera a dir poco esagerata (soprattuto se rapportiamo il costo unitario di un oggetto alla qualità dei materiali del medesimo). Ergo, dopo avere constatato amaramente che più di una bancarella gestita da cinesi somigliasse più ad una rappresentanza di agenti di borsa di Pechino che non ai tradizionali venditori ambulanti low-cost (e low-quality), ho alzato gli occhi al cielo notando che i gabbiani stavano volando più basso del solito: secondo l' infallibile tradizione contadina, quando gli uccelli volano bassi, è bene fare come Baglioni e togliersi dai coglioni sicuramente il tempo andrà peggiorando e potrebbe iniziare presto a piovere. Stesso discorso per il fatto che i gatti comincino a leccarsi il pelo nell' imminenza di un temporale, ma non avendo a disposizione al momento un gatto- metereologo sotto mano, ho preso in breve la via di casa per rinfrancarmi nel tepore delle quattro pareti della cara dolce casa....

Nessun commento:

Posta un commento